• Lorenzo al debutto. Giovanissimo, a Jerez deve aspettare il sabato - quando compie 15 anni - per poter scendere in pista
    1/17 - Lorenzo al debutto. Giovanissimo, a Jerez deve aspettare il sabato - quando compie 15 anni - per poter scendere in pista
  • 2003, Lorenzo vince la sua prima gara in 125
    2/17 - 2003, Lorenzo vince la sua prima gara in 125
  • Il primo contatto con la 250: i test di Valencia
    3/17 - Il primo contatto con la 250: i test di Valencia
  • 2005: Lorenzo è già sul podio
    4/17 - 2005: Lorenzo è già sul podio
  • 2007: Lorenzo corre da campione del mondo
    5/17 - 2007: Lorenzo corre da campione del mondo
  • In sella alla MotoGP durante i test di fine anno a Valencia
    6/17 - In sella alla MotoGP durante i test di fine anno a Valencia
  • Jerez de la Frontera 2008: due gare, due pole
    7/17 - Jerez de la Frontera 2008: due gare, due pole
  • Estoril 2008. Sulla sua pista, Lorenzo vince alla terza gara in MotoGP
    8/17 - Estoril 2008. Sulla "sua" pista, Lorenzo vince alla terza gara in MotoGP
  • Shanghai 2008: in qualifica, Lorenzo soffre una caduta terribile e si frattura entrambe le caviglie
    9/17 - Shanghai 2008: in qualifica, Lorenzo soffre una caduta terribile e si frattura entrambe le caviglie
  • 2009: Lorenzo lotta tutta la stagione con Rossi fino a Brno, dove cade e rinuncia alla ricorsa al titolo
    10/17 - 2009: Lorenzo lotta tutta la stagione con Rossi fino a Brno, dove cade e rinuncia alla ricorsa al titolo
  • La meravigliosa livrea speciale FIAT della Yamaha all'Estoril con il debutto dell'astronauta
    11/17 - La meravigliosa livrea speciale FIAT della Yamaha all'Estoril con il debutto dell'"astronauta"
  • Malesia, 2010: Lorenzo vince il suo primo titolo in MotoGP
    12/17 - Malesia, 2010: Lorenzo vince il suo primo titolo in MotoGP
  • 2012: sconfitto nel 2011, l'anno successivo Lorenzo si riconferma campione
    13/17 - 2012: sconfitto nel 2011, l'anno successivo Lorenzo si riconferma campione
  • 2013, Assen. Caduto disastrosamente il venerdì in prova, Lorenzo si opera alla clavicola il sabato e la domenica corre, compiendo l'impresa più generosa della sua carriera
    14/17 - 2013, Assen. Caduto disastrosamente il venerdì in prova, Lorenzo si opera alla clavicola il sabato e la domenica corre, compiendo l'impresa più generosa della sua carriera
  • 2015, Valencia: Lorenzo vince il (contestatissimo) Mondiale
    15/17 - 2015, Valencia: Lorenzo vince il (contestatissimo) Mondiale
  • Mugello, 2018: dopo un anno e mezzo di lotta, Lorenzo conquista la prima di tre vittorie consecutive in sella alla Ducati
    16/17 - Mugello, 2018: dopo un anno e mezzo di lotta, Lorenzo conquista la prima di tre vittorie consecutive in sella alla Ducati
  • Lorenzo in sella alla Honda, ultima MotoGP della sua carriera
    17/17 - Lorenzo in sella alla Honda, ultima MotoGP della sua carriera
Motomondiale

Jorge Lorenzo: la carriera per immagini

I momenti cruciali della carriera del cinque volte iridato raccontati in una gallery dei suoi diciassette anni al Mondiale
di Moto.it

Con una partecipatissima conferenza stampa, alla vigilia di quel Gran Premio di Valencia che conclude il Mondiale 2019, Jorge Lorenzo ha annunciato il suo ritiro. Diciassette anni di carriera: Lorenzo ha esordito a Jerez 2002, dovendo attendere un giorno per poter correre perché il venerdì non aveva ancora i quindici anni necessari per partecipare al Mondiale.

Tre stagioni nella minima cilindrata, poi tre in 250 dove conquista due titoli iridati. Nel 2008 debutta in MotoGP a fianco di Valentino Rossi, nel team ufficiale Yamaha. In Qatar, al debutto, è secondo, alla seconda gara è in pole position, alla terza - a quell'Estoril dove ha vinto e vincerà a ripetizione - conquista la sua prima vittoria in classe regina. Poi arriva un momento buio, perché una serie di cadute lo spaventano e lo mandano in crisi. Ma tiene duro, si riprende e l'anno dopo torna più forte di prima.

Nel 2009 è già maturo per il titolo ma paga la maggior esperienza di Rossi. Nel 2010 arriva il primo titolo iridato, che ripete poi nel 2012. Nel 2013 il terribile incidente ad Assen, che gli lascerà un più o meno inconscio limite in condizioni di fondo incerto, e nel 2015 torna al titolo. Ma il rapporto con Yamaha e Rossi si è irrimediabilmente rovinato, e Lorenzo passa in Ducati con l'obiettivo di portare al titolo la Desmosedici.

Il 2017 è fatto di sofferenza e lavoro a testa bassa. Ma la fiducia reciproca viene meno e a inizio 2018 Lorenzo cambia casacca un'altra volta, passando a quella Honda dominata da Marquez. Proprio quando tutto sembra compromesso, al Mugello Jorge vince la prima di tre gare consecutive. Alla Honda, invece, il destino sembra scritto. Un infortunio ancora prima che la stagione cominci lo mette in condizione di dover recuperare, nei test non riesce ad adattarsi a una RC213 fatta per le abilità e lo stile di Marquez e il resto, purtroppo, è storia recente. 

Leggi anche
Cosa stai cercando?
Invia feedback
La tua opinione conta