Motomondiale

MotoGP. Danilo Petrucci: "Questo campionato sarà una sorpresa"

L'allenamento, le aspettative, e la situazione attuale dell'ufficiale Ducati in una video intervista
di Moto.it

Un campionato di cui non si sa la data di inizio è probabilmente una delle cose peggiori da augurare a un pilota. Aggiungeteci la clausura imposta dalle norme restrittive a cui tutti siamo soggetti, e la situazione di un professionista come Danilo Petrucci, asserragliato nella sua casa di Terni da ormai quasi un mese, rasenta il paradossale.

Ma lo stesso Danilo, pragmaticamente, capisce l'importanza del momento e accetta la situazione con filosofia.

“Sicuramente stare così tanto tempo in casa e lontano dai nostri amici non è la situazione ideale. Ma al momento è l’unica soluzione che abbiamo per riuscire a risolvere insieme il problema. Stando a casa e seguendo le istruzioni del Governo possiamo realmente aiutarci a vicenda. La situazione è difficile, ma potrà migliorare solo se resisteremo”.

Vedi anche

Una pausa forzata in cui però non tutto il male viene per nuocere, perché un momento senza corse, test o impegni con gli sponsor sono un momento in cui ricaricare le batterie e prendersi cura di sé.

“Sto cercando di utilizzare questo tempo per risolvere alcuni problemi fisici, tra cui quelli avuti alla spalla lo scorso anno a Valencia, ed ho anche alcuni problemi ad una gamba. Sto facendo fisioterapia in casa, allenamento leggero e mi sto concentrando anche sulla mia dieta”.

 

Manca, però, la possibilità di allenarsi in moto, soprattutto con il cross e lo "sparring partner" Dovizioso...

"Sento Andrea molto spesso, ci mandiamo molti messaggi. In questo periodo mi manca soprattutto non poter fare motocross con lui e i nostri allenamenti insieme, anche perché in questo periodo non ho modo di girare con nessuna moto!”.

 

  • 1/65
  • 2/65
  • 3/65
  • 4/65
  • 5/65
  • 6/65
  • 7/65
  • 8/65
  • 9/65
  • 10/65
  • 11/65
  • 12/65
  • 13/65
  • 14/65
  • 15/65
  • 16/65
  • 17/65
  • 18/65
  • 19/65
  • 20/65
  • 21/65
  • 22/65
  • 23/65
  • 24/65
  • 25/65
  • 26/65
  • 27/65
  • 28/65
  • 29/65
  • 30/65
  • 31/65
  • 32/65
  • 33/65
  • 34/65
  • 35/65
  • 36/65
  • 37/65
  • 38/65
  • 39/65
  • 40/65
  • 41/65
  • 42/65
  • 43/65
  • 44/65
  • 45/65
  • 46/65
  • 47/65
  • 48/65
  • 49/65
  • 50/65
  • 51/65
  • 52/65
  • 53/65
  • 54/65
  • 55/65
  • 56/65
  • 57/65
  • 58/65
  • 59/65
  • 60/65
  • 61/65
  • 62/65
  • 63/65
  • 64/65
  • 65/65

 

La moto manca più di tutto, ovviamente, anche perché ormai i test del Qatar sono passati da più di un mese. Da lì, invece di iniziare con la MotoGP come sarebbe dovuto accadere, tutto si è fermato. Un vero peccato per Danilo, perché non era andata affatto male.

“Sono stato molto soddisfatto dei test che abbiamo svolto a Losail. Penso di essere stato uno dei pochi piloti a compiere un’intera simulazione di gara percorrendo 22 giri. La moto è un’evoluzione di quella dello scorso anno, ma la grande differenza quest’anno sono le gomme. Abbiamo lavorato molto per cercare di adattare il setup della moto e lo stile di guida”.

 

Parlando invece del futuro, Petrucci ha ben chiari gli obiettivi per il 2020 e cosa si aspetta da questo campionato, che secondo gli organizzatori prenderà comunque il via nella seconda metà dell'anno.

“Questo è il mio secondo anno con il Ducati Team e ne sono molto fiero. Quest’anno vorrei poter migliorare la mia prestazione rispetto alla scorsa stagione. Nel 2019 ho ottenuto la mia prima vittoria in MotoGP e ho lottato per la terza posizione in classifica generale fino a due gare dal termine. Quest’anno vorrei poter rimanere in lotta per quel piazzamento per tutto il campionato. Sicuramente questa stagione sarà una sorpresa per tutti. Non siamo abituati a un programma così intenso! Avremo un calendario molto fitto, soprattutto negli ultimi mesi, quindi dovremo prepararci bene sia mentalmente che fisicamente e riposare ora finché ne abbiamo il tempo! Sinceramente, non vedo l’ora di affrontare questo calendario difficile!”. 

Leggi anche
Cosa stai cercando?
Invia feedback
La tua opinione conta