• 1/4
  • 2/4
  • 3/4
  • 4/4
Velocità

CIV 2020. Secondo round a Misano Adriatico

Secondo round del CIV a porte chiuse al Misano World Circuit. I piloti del Puccetti Racing wild card fuori classifica in SS e SBK. Sarà lotta accesa in tutte e 5 le categorie
di Carlo Baldi

A tre settimane dal primo round del Mugello, che ha ottenuto un grande successo mediatico, il CIV Campionato Italiano Velocità torna in scena al Misano World Circuit in un fine settimana torrido sotto ogni punto di vista. Sarà un appuntamento a porte chiuse, aperto ai soli addetti ai lavori e nel pieno rispetto delle normative governative di contrasto alla diffusione del Covid-19, nonché delle linee guida FMI.

Sul circuito toscano la wild card di lusso era stata quella del Bardahl Evan Bros. con il pilota Andrea Locatelli, mentre a Misano sarà la volta del Kawasaki Puccetti Racing che in Supersport schiererà il campione del mondo SS 2017 Lucas Mahias ed il tedesco  Philipp Oettl, mentre in Superbike gareggerà lo spagnolo Xavi Fores. I due piloti della Supersport utilizzeranno Kawasaki ZX-6R in configurazione CIV, mentre Fores sarà alla guida della stessa moto con la quale disputerà la settimana dopo il secondo round del mondiale Superbike a Jerez, in Spagna. Nessuno dei tre prenderà punti o sarà presente nelle classifiche delle gare. 

Oltre alle 5 categorie del CIV, alle quali vanno aggiunte le due del National Trophy e la European Womens Cup riservata alle ragazze, si disputerà anche una gara dell’Octo Cup e dell’International Bridgestone Handy Race, Campionato Nazionale e internazionale di Motociclismo per disabili organizzato dalla Onlus Diversamente Disabili.

In SBK si rinnoverà la lotta per il titolo tra Michele Pirro e Lorenzo Savadori con quest’ultimo che comanda la classifica forte della vittoria e del secondo posto ottenuti al Mugello. Il collaudatore Ducati insegue a 20 lunghezze, complice uno zero dovuto ad una caduta nel primo round. Da tenere d’occhio l’altro pilota del Barni Racing Samuele Cavalieri, secondo nella generale a soli 9 punti da Savadori, davanti all’esperto Lorenzo Zanetti.  Quinto posto in classifica per il costante Luca Vitali, che precede Lorenzo Gabellini. L’ex Campione Italiano SS 2019 corre sulla Honda del team Althea, che lo ha recentemente promosso al campionato mondiale SBK. Kevin Calia ha lasciato il team Suzuki ed affiancherà Alessandro Delbianco nel team DMR Racing. 

Kevin Zannoni ha dominato con una doppietta il round del Mugello, ma non potrà certo vivere di rendita. Molti i suoi avversari ad iniziare dallo spagnolo Perez Selfa sulla TM del Team di Davide Giugliano, due volte secondo in Toscana. Si inseriranno certamente nella lotta per la vittoria anche Elia Bartolini, Alberto Surra, e Nicola Carraro, mentre attenzione alla voglia di rivalsa di Omar Bonoli che sino ad ora non ha preso punti.

Così come Zannoni anche Luca Bernardi è tornato a casa dal Mugello con una doppietta che lo ha candidato al ruolo di favorito nella classe forse più combattuta del CIV. Lungo l’elenco dei suoi rivali, con Davide Stirpe secondo a 14 punti, davanti ai veterani Massimo Roccoli e Marco Bussolotti, che precedono Stefano Valtulini, apparso un poco sottotono nelle prime due gare. Alti e bassi per Mercandelli, deciso a ripetere il podio di gara1. 
 

Vedi anche

Massima incertezza in una Premoto3 che ha visto al via oltre 30 piloti, molti dei quali provenienti dal CIV Junior e dall’Italiano Minimoto. Comanda Edoardo Liguori, ma Riccardo Trolese è a soli 3 punti e Cristian Lolli a 5. In questa categoria è difficile stabilire delle gerarchie, e quindi vanno tenuti in grande considerazione anche quelli che al momento fanno da inseguitori in classifica, vale a dire Edoardo Boggio, Guido Pini e Cristian Basso.

Molto combattuta è anche la SS300. In classifica il primo posto è occupato da Nicola Settimo, seguito però a sole 3 lunghezze dall’ex Campione SS300 2018 Manuel Bastianelli. Grande voglia di rivincita per Nicola Bernabè, che dopo aver dominato gara1 è caduto in gara2, ed ora è a 13 punti dalla vetta del campionato. Wild card per il Campione uscente Thomas Brianti, passato al mondiale della stessa categoria.

Da non perdere le gare del National Trophy, che a Misano saranno solo una per categoria. Nella 1000 in testa alla classifica troviamo il vincitore di gara1 Christian Gamarino con 41 punti, uno solo più di Agostino Santoro due volte secondo al Mugello Terza posizione per l’inossidabile Lorenzo Lanzi e quarto per il vincitore di gara2 Flavio Ferroni. 

Nella 600 Supersport il leader è Roberto Farinelli che con un primo ed un secondo posto ha accumulato 45 punti e può già vantare un discreto vantaggio sui suoi inseguitori, capitanati da Andrea Bolognesi e da Michele Magnoni, che dopo aver collezionato uno zero nella prima gara, ha vinto in volata la seconda.

Nella European Womens Cup non è mancato di certo lo spettacolo in pista nella prima gara, vinta dalla spagnola Neila Santos che corre con la Yamaha del Team Trasimeno. Alle sue spalle la speranza italiana Roberta Ponziani ed un’altra straniera, la ceca Alexandra Pelikanova, che come la Santos ha già corso nel mondiale 300. Quarta e quinta in classifica sono Sabrina della Manna e Aurelia Cruciani.  

TV – Il round 2 ELF CIV 2020 da Misano sarà visibile live sulla pagina facebook Campionato Italiano Velocità, Federmoto e Elevensports e in live streaming sui siti Motosprint, Elevensports e civ.tv. Le gare inizieranno sabato alle 13.50 e domenica alle 12.30. Sky Sport MotoGP e MS MotorTV trasmetteranno le gare in replica la settimana successiva al weekend di gara, con SKY che trasmetterà martedì 28 e mercoledì 29 luglio dalle 20:45 in poi. Il giovedì successivo alla gara andranno in onda su MS MotorTV rispettivamente alle 22,00 e alle 22.30 i programmi di approfondimento AfterCIV e AfterRace. 

Il programma del weekend è consultabile attraverso questo link: https://www.civ.tv/calendario-elf-civ/

Leggi anche
Cosa stai cercando?
Invia feedback
La tua opinione conta