Guida all'acquisto

5 eBike per la città. Scopri la migliore per te

Le eBike tra incentivi all'acquisto e l'aumento delle ciclabili diventano protagoniste della Fase2. Ma quale scegliere? Una brevissima guida all'acquisto per scegliere quella giusta per le nostre esigenze
di Marco Berti Quattrini
5 eBike per la città. Scopri la migliore per te

Facile dire eBike da città. Ma ce ne sono di diversissime per prezzo, tipologie e funzioni. Ora che con la Fase2 del Coronavirus ci spingerà a reinventare la mobilità, specialmente quella urbana, dove i mezzi pubblici saranno meno efficenti, le due ruote saranno centraliGli incentivi annunciati dal governo e l'aumento delle piste ciclabili saranno un'altra grande spinta a scegliere di salire su una eBike. Ma quale? Noi le passeremo in rassegna per macrocategorie soffermandoci sulle caratteristiche e cercando di capire a quale tipo di ciclista sono più adatte, e per concludere, un grande classico: i pro e i contro. 

  • 1/3
  • 2/3
  • 3/3

eCITY

Sono le biciclette per la città per antonomasia. Garantiscono comfort e una discreta sicurezza in ambiente urbano. Hanno una posizione di guida con il busto eretto o leggermente inclinato. Sono dotate di tutti quegli accessori che in città sono indispensabili (portapacchi, luci e parafanghi). Raramente sono biammortizzate e per l'uso a cui è destinata è più che sufficiente una forcella con corta escursione all'anteriore. Solitamente non si ricerca la scorrevolezza e tantomeno la leggerezza, ma visto che stiamo parlando di biciclette a pedalata assistita un po' di fatica in più non ci spaventa. Sono l'ideale per chi si muove solo in città su tratti medio brevi. Il range di prezzi è incredibilmente ampio per questo tipo di eBike perché si parte da quelle di bassissima qualità che possiamo trovare anche nei supermercati a prodotti di altissima qualità e diverse migliaia di euro. Per dare un'indicazione veramente salomonica possiamo dire che per avere una buona eCity il prezzo che dobbiamo aspettarci parte dai 2.000- 2.500 €.

PRO: Comfort, dotazioni, prezzo, sicurezza
CONTRO: Poca versatilità, prestazioni non eccezionali

Vedi anche
  • 1/2
  • 2/2

eFOLDING

Le bici pieghevoli esistono da sempre e quando nelle nostre città sono arrivate le eBike, subito ci sono state aziende che hanno iniziato a produrne di folding. Il principale vantaggio di questi mezzi è che possono essere ripiegati e riposti nel bagagliaio di un'auto o portate in treno. Questa almeno è la teoria, perché nella realtà dei fatti spesso ci troviamo davanti a prodotti di scarsa qualità (ci sono lodevoli eccezioni ovviamente) che pesano troppo per essere conmagni di viaggio in metropolitana e sono troppo ingombranti per essere riposti nel bagagliaio di un'utilitaria. Quelle di fascia più alta hanno discrete doti dinamiche, ma solitamente il piacere di guida non è il punto forte di questi mezzi. Visto che sono mezzi pensati per fare pochissimi chilometri, se proprio avete bisogno di una bici leggera e che stia in poco spazio, il nostro consiglio è di rinunciare al motore e acquistare una folding senza la pedalata assistita. 

PRO: Ingombro
CONTRO: Peso (se devo sollevarla), prezzo, sicurezza, comfort

Vedi anche
  • 1/7
  • 2/7
  • 3/7
  • 4/7
  • 5/7
  • 6/7
  • 7/7

eCARGO

Ci sbilanciamo parecchio! Le cargo eBike (o eCargo) sono il mezzo più intelligente che si possa utilizzare in città. Hanno due destinazioni d'uso predilette: sono perfette per artigiani e commercianti che devono trasportare o consegnare merci e prodotti. E in seconda battuta sono delle vere e proprie station wagon su due ruote, perfette per la famiglia. Con una cargo eBike si portano i figli a scuola, si fanno commissioni, si caricano borse, borsoni, zaini, e sacche della palestra. Sono cool e anche in ragione del prezzo non economico rappresentano una scelta ben precisa di mobilità. Le cargo eBike possono fare le veci delle automobili e chi le acquista lo fa proprio in sostituzione delle quattro ruote. 

Bisogna fare una distinzione in due categorie: quelle che hanno un telaio simile a una bici normale ma con un portapacchi posteriore molto più lungo e robusto. Sulle long tail possono trovare spazio vani di carico o anche due seggiolini per bambini. Sono progettate per essere resistenti e, rispetto al secondo tipo di cargo, la guida è più semplice grazie a una lunghezza di poco superiore a una eBike tradizionale. Per lo stesso motivo non ci sono problemi di parcheggio anche nelle rastrelliere tradizionali.

Nel secondo tipo di eCargo lo spazio viene ricavato tra il manubrio e la ruota anteriore. La capacità di carico è superiore e può raggiungere la capienza di un bagagliaio di medie dimensioni. Si possono trasportare "minipallet" (standard 70x45 cm) o far accomodare due bambini (fino agli 8 anni circa) con tanto di zaini. Il vantaggio di questo tipo di bici è che, pur trasportando anche 100kg di carico, il baricentro è molto basso. Questo garantisce stabilità e sicurezza anche nelle manovre più lente. Di contro la lunghezza (2,5 metri) è un fattore da considerare, più che alla guida, quando la si deve parcheggiare. Non fatevi spaventare dalle dimensioni però, perché dopo pochi metri si prende subito confidenza e pedalare una eCargo diventa davvero divertente, anche per i vostri passeggeri.

PRO: Capacità di carico, sicurezza, versatilità, diventerete i supereroi dei vostri figli
CONTRO: Dimensioni (in parcheggio), prezzo

 

eGRAVEL

Sono un tipo di eBike diffuso abbastanza di recente. Non nascono per il commuting, ma ne parliamo perché sono sempre più diffuse in città. Le gravel e le eGravel hanno geometrie vicine alle bici da corsa, ma un po' addolcite per alzare il busto e rendere più confortevole la pedalata. Cambiano anche diversi dettagli per permettergli di muoversi sia su asfalto che su strade bianche. Non sono ammortizzate e fanno di leggerezza e versatilità i loro punti forti. Sono l'ideale per chi, oltre a muoversi in città, ama l'avventira e vuole fare qualche "viaggio" su due ruote. Possono essere accessoriate di tutto punto con parafanghi, portapacchi e borse di ogni genere. Solitamente hanno costi superiori a quelli di una citybike proprio perché le caratteristiche costruttive sono di maggior pregio. Si parte dai 3.500 € circa per una buona eGravel.

PRO: Leggerezza, versatilità
CONTRO: Rigidezza, posizione di guida per confortevole per la città

  • 1/5
  • 2/5
  • 3/5
  • 4/5
  • 5/5

TREKKING

Difficile da catalogare. E' una bici tuttofare, potremmo definirla una bici da turismo. Ha una "costituzione" decisamente più robusta di una citybike ma a seconda dei modelli si avvicina a volte più alle eMTB e altre più alle eCity. Sono mezzi polivalenti con una impostazione di guida comoda, quasi sempre sono ammortizzate all'anteriore e nei modelli di alta gamma anche al posteriore. Ci permettono di muoverci in città con grande confort e sicurezza e, nel fine settimana, ci possono accompagnare in lunghe gite. Non sono eMTB, ma possono mettere con relativa tranquillità le ruote su strade bianche. Sono già dotate di fari, portapacchi e parafanghi. Montano pneumatici generosi pensati per l'asfalto, ma con una leggera tassellatura; proprio per pemetterci di affrontare ogni situazione ed ogni terreno. I prezzi variano di parecchio a seconda dell'allestimento e possono oscillare mediamente tra i 2.500 e i 4.500€. Sono sicuramente una scelta vincente per chi vuole un mezzo per la città con qualcosa in più e un raggio di azione molto più ampio.

PRO:
Versatilità, comfort, sicurezza
CONTRO: Prezzo, aspetto a volte poco urban

Leggi anche
Cosa stai cercando?
Invia feedback
La tua opinione conta