Sinnis Terrain 380, arriva una nuova Adventure anglo-cinese
Novità 2020

Sinnis Terrain 380, arriva una nuova Adventure anglo-cinese

Già ordinabile, arriverà in vendita in autunno nel Regno Unito. La propone Sinnis Motorcycles servendosi di un produttore cinese: è una due cilindri da 37 cavalli e con prezzo inferiore a 5.000 euro
di Maurizio Gissi

Sinnis Motorcycles è un marchio britannico, attivo dal 2005 e con sede a Brighton, che distribuisce anche in Portogallo, Slovacchia e Malta.

Ha in catalogo di una dozzina di modelli moto e scooter, l'ultimo è appunto la Terrain 380, servendosi di fabbriche che producono in estremo oriente. Impianti che lavorano anche per marchi importanti come Suzuki, Yamaha, Harley-Davidson, Piaggio e Peugeot.

La sua è una strategia commerciale utilizzata anche da altri marchi occidentali, come Macbor in Spagna: produzione in Asia e assemblaggio finale in Europa. Un posizionamento laterale al prestigio dei marchi maggiori, ma puntando su un prezzo competitivo.

La Terrain 380 è in pratica la cinese Cyclo RX3S con alcune modifiche di dettaglio. Così come lo è la Sinnis Terrain 125, già disponibile, che è l'equivalante della Cyclo RX monocilindrica.

  • 1/10
  • 2/10
  • 3/10
  • 4/10
  • 5/10
  • 6/10
  • 7/10
  • 8/10
  • 9/10
  • 10/10

Nel Regno Unito la Terrarin 380 va in vendita a 4.495 sterline (4.940 euro circa): la si prenota da ora con 100 sterline e le consegne inizieranno in autunno.

La moto ha un'estetica GS-oriented, con un po' di Honda NC e di Benelli TRK. Niente di nuovo insomma, come accade per i tanti modelli cinesi che si stanno facendo largo in casa e che guardano all'esportazione rispondendo a una domanda di moto semplici, funzionali, curate in rapporto al prezzo e, soprattutto, economiche.

Il motore bicilindrico parallelo raffreddato a liquido è lo Zongshen TC380 utilizzato con sucesso da diversi costruttori motociclistici, capace di una potenza di 27 kW (36,7 cavalli) a 9.000 giri e di una coppia massima di 35 Nm a 6.500 giri..

Esclusive della Terrain 380 sono la strumentazione Lcd a colori e i sensori di pressione per i pneumatici, mentre non cambiano i due fari asimmetrici a Led.

L'impianto di scarico è della Toro Exhausts, la moto ha ruote da 19 pollici anteriore e 17 posteriore, doppio freno a disco davanti e tubi paramotore e para serbatoio.
La Terrain 380 pesa 200 kg in ordine di marcia, ha la sella a 820 mm dal suolo (optional 790 mm) e il serbatoio è da 18 litri.
Il tris di valige di alluminio (105 litri di volume in totale) è venduto a parte.

La crescita qualitativa del mercato cinese vede novità in aumento nelle cilindrate fra 400 e 500 cc. E con modelli sempre meno lontani dai gusti europei. Moto che magari oggi snobbiamo ma che in un futuro non troppo lontano ci abitueremo a vedere anche sulle nostre strade.

Leggi anche
Cosa stai cercando?
Invia feedback
La tua opinione conta