video racconto

Yamaha Ténéré 700: a scuola di maxienduro col campione Botturi

Nasce Rally Raid Experience di Tom42: organizza tour e viaggi in sella alle Yamaha Ténéré e può contare sull'incredibile esperienza di Toni Merendino e di un campionissimo italiano dei Rally, Alessandro Botturi. Ci siamo stati, ecco come è andata
di Andrea Perfetti

Vi racconto la mia prima trasferta per Moto.it dalla fine del lockdown causato dal coronavirus. Sono stato fortunato. Meta: la bellissima campagna pisana, in Toscana. Tema (che amo): le maxienduro in fuoristrada.
Mi hanno infatti invitato a raccontare su Moto.it la Rally Raid Experience di Tom42, che organizza tour e viaggi in sella alle Yamaha Ténéré e può contare sull'incredibile esperienza di Toni Merendino e del campionissimo italiano dei Rally, Alessandro Botturi.
Il due volte vincitore della Africa Eco Race ci ha fatto da maestro in Toscana e ci ha condotto lungo un bellissimo giro in sella alle nuove bicilindriche. E' stata un'esperienza bellissima, che vi raccontiamo nel video sopra.

Presso il Poggio delle Pieve dell'amico endurista Dario Fortini si tengono i corsi di guida e di navigazione con le Yamaha 700 e 1200 dotate di GPS e roadbook. La durata è di due giorni (weekend o infrasettimanali) e si può partecipare con le moto di Tom42 (il costo è di 600 euro) o proprie (400 euro).
Il Bottu segue con attenzione - e santa pazienza - i suoi allievi, visto che il numero massimo è contenuto (5 partecipanti). Il primo giorno è dedicato al briefing e al corso di navigazione, ma già nel pomeriggio si accendono i motori e si migliora la propria base tecnica di guida con Alessandro. E poi via, sulle splendide colline attorno al comune di Santa Luce.
Si cena e si dorme presso il Poggio della Pieve, dotato di piscina e tantissimo verde (informazione essenziale per accompagnatori e figli!). La seconda gioranta è tutta di pratica: presso il campo scuola e ancora nei boschi toscani. Il giro è di 150 chilometri e Tom42 ha tutti i permessi per portare le persone nelle zone più selvagge della provincia.
Per maggiori info clicca qui.

DATE DISPONIBILI (aggiornato il 22 giugno):
27-28 Giugno SOLD OUT
11-12 Luglio   SOLD OUT
18-19 Luglio   SOLD OUT
25-26 Luglio   3 posti disponibili
08-09 Agosto  Disponibile
29-30 Agosto  Disponibile


Un grazie speciale a Dario Fortini (Poggio delle Pieve) per l'ospitalità e a Tiziano Internò per le riprese esterne e dal drone.

  • 1/16
  • 2/16
  • 3/16
  • 4/16
  • 5/16
  • 6/16
  • 7/16
  • 8/16
  • 9/16
  • 10/16
  • 11/16
  • 12/16
  • 13/16
  • 14/16
  • 15/16
  • 16/16
Recensioni
  • Fabrizio.Sanvito
    11 agosto 2020
    moto totale
    buona in autostrata..ottima strade bianche..ottima sterrato leggero..ottimo motore e sospensioni. consumi molto buoni.scomoda in due.in solitaria ci si può fare di tutto
    Leggi di più
  • tassothewall1
    25 giugno 2020
    Yamaha Ténéré 700
    Semplice, intuitiva ti fa venir coraggio di affrontare qualsiasi percorso o tracciato
    Leggi di più
  • kawa#8
    9 aprile 2020
    la moto totale esiste? Yamaha Ténéré 700
    sono motociclista da sempre, e da buon integralista odio tutto quello che non ha una frizione, cercavo una moto che mi portasse a lavoro comodamente, che mi permettesse di divertirmi e sporcarmi senza troppi pensieri su strade bianche e percorsi off-road, che mi consentisse di fare qualche uscita fuori porta in due e perché no anche qualche viaggetto un po' più lungo. Per quanto riguarda la comodità di guida credo che non ci siano paragoni come sempre yamaha è una garanzia in questo, l'unico difetto è che sella e baricentro della moto sono molto in alto e mettono in difficoltà chi non è molto alto (sotto il 1.75) e chi ha poca esperienza, un peccato dato che è una moto guidabile con patente A2. in fuoristrada si comporta egregiamente, è sempre una moto da 200kg ma con il giusto pilota ti porta in posti che non avresti mai pensato, altrettanto bene si comporta su strada ed in città, dotatela di un bauletto e non vi farà rimpiangere nessuno scooter per gli spostamenti cittadini, si muove agile nel traffico grazie al grande angolo di sterzo e al manubrio alto che passa sopra a molti specchietti delle auto. Passiamo ora alla parte che riguarda il viaggio in coppia, la sella originale non è comoda come quelle di moto più votate al turismo, ha una concezione fuoristradistica quindi la sella è lunga stretta e "durina" dopo un po' le terga si fanno sentire (ovviamente dipende a cosa è abituata la vostra compagna), tuttavia lanciata in autostrada di sesta marcia entro i limiti di velocità resta sempre in modalità "eco" che ti consente di fare più di 20 km con un litro, senza avere la sensazione di instabilità o percepire vibrazioni fastidiose. detto ciò provatela e ve ne innamorerete, è una di quelle moto che ti da piacere di guidare anche sotto un nubifragio, farà in modo egregio tutto ciò che gli chiederete.
    Leggi di più
Moto nuove
Moto usate
Leggi anche
Cosa stai cercando?
Invia feedback
La tua opinione conta